CREMOPAR


Il Centro Regionale Monitoraggio Parassitosi (CREMOPAR) è stato instituito nel 2000 con deliberazione di Giunta Regionale ed è regolamentato da una convenzione tra l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e l’Unità di Parassitologia e Malattie Parassitarie del Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali – Università degli Studi di Napoli Federico II.

Il Centro dispone di:

Laboratori di protozoologia, elmintologia, entomologia, immunologia e biologia molecolare attrezzati con strumentazioni moderne e all’avanguardia.

Studi e uffici per elaborazioni dati, mapping and modeling, amministrazione, gestione e management.

Foresteria per il personale del CREMOPAR (4 posti letto), studenti (20 posti letto) e ricercator italiani e stranieri (4 posti letto).

Centro congressi per convegni, workshop, simposi ed eventi formativi e divulgativi, organizzati da CREMOPAR, Università ed altri Enti.

Sala Necroscopica per attività diagnostica, didattica e corsi di formazione per medici veterinari, tecnici ed altri operatori del settore zootecnico, organizzati da CREMOPAR, Università ed altri Enti.

Ufficio Rapporti Territoriali messo a disposizione di medici veterinari, tecnici, allevatori e operatori del settore zootecnico.

 

L’attività diagnostica, effettuata presso il CREMOPAR da  personale altamente specializzato,  mediante l’utilizzo di metodiche tradizionali ed innovative, è il prerequisito necessario per affrontare correttamente il complesso problema delle parassitosi che incidono negativamente su salute, benessere animale e produzioni zootecniche.

 Il CREMOPAR è stato designato dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) “Collaborating Center for Diagnosis of Intestinal Helminths and Protozoa” (WHO CC ITA-116) per la supervisione scientifica della dinamica epidemiologica, della diagnosi e del controllo dei cosiddetti Soil Transmitted Helminths in aree tropicali e sub-tropicali.